Ti trovi qui: Servizi ยป Chirurgia orale

Suggerimenti

Scrivici per riferirsi i tuoi suggerimenti e i pareri sui nostri servizi!

Nome contatto*:
E-mail*:
Oggetto*:
Telefono*:
Messaggio*:
Il seguente campo NON deve essere compilato.
 
 

Chirurgia orale

I terzi molari o denti del giudizio fanno la loro comparsa fra i 17 e i 21 anni. In alcuni casi, per man­canza di spazio sufficiente nell'arcata dentaria, rimangono parzialmente o completamente sommersi nell'osso o nella gengiva, crescendo a volte in direzione scorretta. Se questo accade sono inutili alla masticazione e possono anzi causare alcuni problemi:

  • quando il dente è parzialmente ricoperto dalla gengiva, è facile che batteri e residui di cibo ri­mangano intrappolati al di sotto di essa. Questo provoca infiammazioni gengivali, con dolore, gonfiore, difficoltà ad aprire la bocca. L'infiammazione può estendersi anche all'osso di suppor­to del dente;

  • per la posizione anomala, o perché coperto da gengiva, il dente del giudizio può essere difficile da pulire e quindi cariarsi. Lo stesso può accadere al dente vicino, che può essere anche spostato o danneggiato;

  • se in posizione anomala, il dente può interferire con la masticazione;

  • può provocare la formazione di una cisti, che nel tempo si ingrandisce a spese dell'osso circo­stante.

In presenza di tali disturbi, o per prevenirne la comparsa, il tuo dentista può decidere insieme a te di procedere all'estrazione di uno o più denti del giudizio.

L'estrazione

Il momento dell'estrazione non è doloroso, perché il dente da estrarre e la zona circostante sono sot­to l'effetto dell'anestetico. Nelle ore e nei giorni successivi possono però presentarsi alcuni fastidi, variabili da persona a persona e in generale proporzionati alla complessità dell'estrazione.

Dolore: passato l'effetto dell'anestetico, potresti accusare un indolenzimento alla gengiva o all'osso. Consi­gliati con il tuo dentista per la corretta assunzione di farmaci antidolorifici, che potrà ridurre al mi­nimo questo sintomo.

Gonfiore: nelle prime 24 ore il ghiaccio aiuterà a ridurre al minimo il gonfiore. Tieni la borsa del ghiaccio ap­poggiata alla guancia, vicino alla zona dell'estrazione. Applicala per 10 minuti, quindi sospendi per 5 minuti. Ripeti quando necessario.

Sanguinamento: il primo giorno è normale che la ferita sanguini leggermente. Subito dopo l'estrazione, e nelle ore successive in caso di sanguinamento, tieni stretta fra i denti per 10 - 15 minuti una garza piegata più volte e posizionata sulla zona dell'estrazione.

Consigli utili in chirurgia orale

  • Nei primi giorni evita cibi e bevande caldi, che possono aumentare il gonfiore. Mangia cibi morbidi, facilmente masticabili (per esempio formaggi molli, passati di verdura, purè, frullati, gelati, eccetera);

  • Mastica dal lato della bocca opposto a quello dell'estrazione;

  • Limita l'uso di alcool, che può ritardare la guarigione della ferita;

  • Spazzola delicatamente i denti, evitando la zona dell'estrazione;

  • Per il primo giorno evita di sciacquare la bocca. Non usare dentifricio per non doverlo risciac­quare a lungo;

  • Usa, quando necessario, un collutorio attenendoti alle indicazioni del tuo dentista;

  • Evita di fumare nel giorno dell'estrazione e in quelli successivi;

  • Non praticare attività fisiche pesanti per 2 - 3 giorni;

  • Dormi con la testa sollevata da un cuscino in più, in modo da ridurre il gonfiore e il sanguina­mento.